Translate Content in your language

Tutto quello che mi passa per la testa.

Tutto quello che mi passa per la testa.

giovedì

Migliorare i rapporti umani: Miei cari Occhi, vi presento le Orecchie..

Quante volte ci sarà capitato...Stiamo parlando con una persona, stiamo esprimendo qualcosa di noi e questa persona letteralmente "non ci degna di uno sguardo", la sua attenzione è rivolta altrove.
Un pensiero si affaccia:
" Ma che maleducato! Almeno dimmi che non ti interessa e non spreco più fiato!"
Nella migliore delle ipotesi, il pensiero che trapassa la nostra Mente, è questo.
Ma se stiamo discutendo con un genitore, col nostro compagno di Vita, con persone che ci stanno veramente a Cuore, beh..in questo caso il fatto che il nostro interlocutore guardi altrove è la miccia che farà scoppiare un putiferio.
Fermo restando che lo scenario che state osservando potrebbe essere veramente  una nota di totale disinteresse ai vostri discorsi, da parte di chi vi sta INNANZI o A FIANCO, sarà il caso di prendere in considerazione anche un'altra mappa, un'altra possibilità di interpretazione, di quello che state vedendo.
Ognuno di noi ha un canale privilegiato per l'apprendimento. I canali per l'apprendimento sono sostanzialmente tre :
Visivo, Auditivo, Cenestesico.
In sintesi, c'è chi impara GUARDANDO(organo preposto :occhio)  e presta la massima attenzione alle IMMAGINI; c'è chi impara ASCOLTANDO(organo preposto: orecchio), e presta la massima attenzione ai SUONI ; c'è chi impara associando sensazioni olfattive o gustative o tattili(organo preposto: naso, lingua dita).*
Cosa sto cercando di dirvi?
In realtà, sto cercando di farvi vedere il mondo da un'altra angolatura.
Se siamo dei Visivi, ma non ne siamo Coscienti, tenderemo a pensare che TUTTI funzionino come noi, ovvero :quando stiamo esprimendo un concetto, noi GUARDIAMO negli occhi chi ci sta innanzi e pensiamo che il nostro interlocutore funzioni come noi.
E' chiarissimo: due persone che si parlano, devono guardarsi negli occhi.
Quindi se guardano altrove, sono distratti da altri pensieri, altri sogni e non ci stanno ascoltando.
E SE NON FOSSE COSi?

Dai dati che ho raccolto, i litigi più feroci tra le coppie, tra genitori e figli, tra persone con cui si tiene, per genetica o scelta, un certo tipo di legame e contatto, scaturiscono proprio da questo strano intrigo di occhi che guardano o non guardano e relative orecchie che non sentono.
Rifletteteci un attimo, tornate con la mente all'ultima discussione avuta col partner, per esempio. Fate mente locale sulla posizione del corpo del vostro amato o la vostra amata.
Voi avete richiamato la sua attenzione, guardando fisso questa persona. E questa persona guardava fisso davanti a sè: il quel momento avrete SICURAMENTE detto:
- " Ehi....!!!!! Ma mi ascolti????",
costringendo questa persona a voltarsi verso la vostra direzione, nella migliore delle ipotesi. E con una certa soddisfazione, magari ci siete anche riusciti.
Ahimè.
C'è la seria possibilità che la popolazione umana, 7 miliardi di persone circa, non funzioni esattamente come Voi.
Già questa potrebbe essere una notizia sconvolgente, non sto scherzando. Siamo talmente poco abituati a "prestare attenzione" (è il caso di dirlo) a ciò che sta oltre il nostro naso, che è automatico pensare che noi siamo il metro e noi la misura. Potrebbe non essere così, dicevo.
Una persona che ha come canale di apprendimento l'Ascolto, tenderà sostanzialmente , durante una conversazione, a PORGERVI L'ORECCHIO. Ovvero, in soldoni non a piantare i suoi occhi nei vostri, ma , se vi sta seduto a fianco, a guardare dritto davanti a sè e a DARVI L'ORECCHIO.
Eh, già...secondo i SUOI canali privilegiati di apprendimento, VI STA DANDO LA MASSIMA ATTENZIONE.
Capito, che Caos?
Mi pare di SENTIRE i vostri..."Noooooooooooo...." riecheggiare nell'aere.
Pensate a quante discussioni potevano essere evitate, se solo aveste saputo...
Bene, adesso lo sapete, se c'è tempo per rimediare a qualche danno, fatelo. Domani potrebbe essere troppo tardi.
E se questa informazione vi è stata preziosa, condividetela con quanta piu' gente possibile. Magari non cambieremo il mondo, ma potremmo cambiare, o meglio, ampliare, il nostro modo di "leggerlo".
E vi suggerisco un gioco: se tendete comunque ad usare SOLTANTO  gli occhi, per esempio,  per ricavare informazioni utili per la conoscenza,dall'esterno, provate per un periodo a usare le orecchie, cioè a concentrarvi sui Suoni, sui rumori, cercando di indovinare la direzione di origine, etc. Poi passate all'Olfatto, al Gusto e alla percezione dell'esterno tramite il tatto.
Scoprirete altri mondi, ve lo posso assicurare. Oltre a ottenere un PICCOLO MIRACOLO: quello di fornire al Vostro Cervello più strumenti cognitivi, più capacità di reazione veloce davanti alle difficoltà, più libertà di scelta e più possibilità di soluzioni.
Ah, fatemi sapere com'è andata la SCOPERTA DEL NUOVO MONDO..

Ps: poi ci sarebbe la questione, sempre inerente, dei figli che non rendono a scuola perchè si distraggono...ma dedicheremo a questo un altro articolo, l'argomento merita.
J


*Sistema denominato VAK

Bibliografia:

"Programmazione Neuro Linguistica"
J.Grinder, R. Bandler
ed. Astrolabio


Nessun commento:

Posta un commento

ESSERE, NON AVERE.

Italia,Paese Natale di Genialità Indiscuscutibili.Italia popolata da una Umanità dalla Creatività Intensa.Italia.Terra dalle Radici Profonde...Viaggio nell'Italia che va Oltre.Quella che, tolti i monumenti, rimangono le persone.Che hanno dentro la voglia di rinascere..Geniali anche in questo.
E io sono una di quelle persone...che si sentono assolutamente normali ad ESSERE.
ESSERE ANIMA.
E CHE NON SI POSSONO COMPRARE.
S.D.



Creative Commons License
italia sulla luna e-book/blog per intero by Italia sulla luna e-book/blog per intero is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.italiasullaluna.blogspot.com.